giovedì 25 settembre 2008

Una storia disonesta

Dopo una vita di secellerata dissolutezza,
un tumuluto di resipiscenza lo coglie:
epentesi.


After a sineful life of dissoluteness,
he feels growing a sense of rhesipiscence:
epenthesis.

mercoledì 24 settembre 2008

Promemoria sull'italiano ricercato

Esculente è una cosa che si mangia
Erubescente è un viso che arrossisce
Lupanare sembra un verbo ma è un casino
Locupleta ciò che ti arricchisce
Tantosto viene un po' prima di dopo
Illecebra è l'atto di chi ti blandisce
Diploglotta è chi ha la lingua biforcuta
Solecista è chi sbalia a parolare
troja vacca, soffro di Coprolalia
come mai? lo dirà l'Eziologia
"copro-che? certo che no..." è la mia Palinodìa
e il Sicofante non è figlio di maria

martedì 23 settembre 2008

Indovinello (non del tutto inedito, ma quasi)

D'ali, l'ammetto, proprio non fan uso;
pur volano,e da lì l'aria per trastullo
con chiome caudali lambiscon con garrulità.
Dabbasso li comanda l'ilare fanciullo.
Se li vuoi veder, leva il volto in suso
                                     e guardali là.



Dalì l'avrebbe, forse, apprezzato.




A translation is due sometimes yesteryear

lunedì 15 settembre 2008

Trasalire e trascendere, è tutto un traffìco (d'organi).

La notizia è trapelata
che l'azienda è al tracollo,
di debiti trabocca.
Gli amministratori tramano:
se il participio è tradente,
l'investitore è tradito.


The rumour spread all over
that the firm is going bankrupt,
sinking into debts.
Executives are plotting in the dark:
whether the participle is betraying,
the shareholder's been betrayed.

giovedì 4 settembre 2008

Brutta musa

Oggi
ho voglia solo
di guardare
le figure.


Hast thou
ever noticed
how
breaking lines
randomly
so closely
resembles
free-form poetry ?

Per i curiosi dei casi di costui

Non è mai stato all'ikea
Sa di aver troppi princìpi, pochi mezzi, e nessun fine. Ha sempre la risposta pronta (in una settimana, massimo dieci giorni). Non farebbe del male a una mosca, ma non le farebbe nemmeno del bene: è un convinto assertore dell'autosufficienza delle mosche. Ha un'ottima salute, ma non ne gode. In genere generoso, è ragionevole ma pure cagionevole: quando non è ammalato, è ammaliato. Da altri definito: insostenibile, pigerrimo, hopeless wannabe, pesante anche senz'adipe; ci tiene a far sapere che in realtà d'egli si può dir tutto, ma non che sia basso.