giovedì 13 settembre 2007

Epytapphio

E' stato, questo diario, un compagno fedele; talvolta, per il tramite dei suoi lettori, persino utile. Giunto è tuttavia il momento di cambiare rotta, senza risentimenti per un'esperienza che m'ha fatto comunque crescere, e che m'auguro abbia portato qualcosa di buono anche a chi n'è stato solo spettatore.
Un sorriso potrà forse rendere meno definitivo questo addio.

Per i curiosi dei casi di costui

Non è mai stato all'ikea
Sa di aver troppi princìpi, pochi mezzi, e nessun fine. Ha sempre la risposta pronta (in una settimana, massimo dieci giorni). Non farebbe del male a una mosca, ma non le farebbe nemmeno del bene: è un convinto assertore dell'autosufficienza delle mosche. Ha un'ottima salute, ma non ne gode. In genere generoso, è ragionevole ma pure cagionevole: quando non è ammalato, è ammaliato. Da altri definito: insostenibile, pigerrimo, hopeless wannabe, pesante anche senz'adipe; ci tiene a far sapere che in realtà d'egli si può dir tutto, ma non che sia basso.